15 dicembre 2017. Palazzo Marino. Nasce ‘MILANO 2046’, il laboratorio per progettare il futuro e migliorare il benessere equo sostenibile dei cittadini

 

Milano 2046 nasce nella convinzione che, quando la politica alza lo sguardo e fa un passo a lato rispetto alle emergenze e si pone l’obiettivo di gettare le basi del futuro benessere dei propri cittadini, attende al suo compito primario, nella grande sfida del contrasto all’antipolitica.

Il progetto entra da oggi nella sua fase operativa, guidato da un gruppo di lavoro mosso dalla convinzione che il futuro non debba essere temuto né subito passivamente, ma programmato.

La politica ha bisogno di costruire e verificare strumenti di conoscenza per programmare il futuro della città e il benessere dei cittadini, intervendo in modo pianificato e consapevole laddove ci sono carenze, e favorendo i processi di crescita e miglioramento laddove si manifestano.

La mancanza di una regia pubblica attenta alla programmazione degli interventi lascia infatti la comunità priva dei necessari equilibri e di adeguate risorse per i suoi bisogni.

Oggi godiamo dei benefici di scelte importanti fatte dalla politica molti tempo fa e scontiamo problemi e difficoltà che nessuno ha saputo prevenire molti anni fa. Vogliamo costruire, insieme, scenari con la necessità di scegliere e progettare il nostro futuro. È quando le cose vanno bene che bisogna proporsi di farlo.

I lavori del laboratorio si muoveranno nella cornice degli indicatori di sviluppo sostenibile del Bes (Benessere Equo Sostenibile), per misurare la qualità di vita dei singoli cittadini e l’effetto delle politiche pubbliche su alcune dimensioni sociali fondamentali come: cultura, sicurezza, coesione sociale, rispetto dell’ambiente, lavoro e innovazione.

Milano 2046 si prefigge, come esito, di offrire al governo politico della città strumenti per progettare i suoi interventi futuri sulla base di indicatori non solo economici ma anche equo-sostenibili, i quali verranno identificati dal gruppo di lavoro coinvolgendo un campione rappresentativo della comunità.

È un progetto che punta al lungo periodo per pensare alla città di domani, con obiettivi da raggiungere intervenendo in modo progressivo sul presente.


Il servizio del TG Regionale